Ragazzino californiano denuncia Snapchat: troppo porno





ROMA – Snapchat citata in giudizio da un ragazzino statunitense di 14 anni, rischia ora una class-action dall’esito piuttosto incerto. E’ questa una notizia, riportata dal sito Tmz, che rischia di aprire un precedente nel connubio sempre più forte tra pornografia e rete Internet. Secondo l’adolescente californiano la funzione ‘Scopri’ della popolare chat espone quotidianamente i minori a contenuti di natura sessuale. Una situazione che porterebbe la piattaforma a violare la Communications Decency Act, una legge che risale al 1996 e regola il porno sul web. Snapchat i precedenti Non è la prima volta che Snapchat è collegato a denunce del genere per la messa on line di immagini esplicite. L’app, per la sua possibilità di auto-cancellare il contenuto, una possibilità che ne ha decretato il successo, è spesso stata usata dai giovani utenti per il sexting, cioè l’invio di materiale di contenuto a luci rosse

Per leggere il resto dell’articolo devi collegarti direttamente sul sito della fonte:








Continua

Pubblicato il: 11 Luglio 2016

Potrebbero interessarti anche»